Ogni anno in Italia vengono sparate 150 milioni di cartucce

Il gesto di sparare per uccidere un "animale" ha ripercussioni anche sull' "essere umano", non solo un enorme quantitativo di plastica che si disperde in ambienti ove è impossibile recuperarla (prati, fiumi, ruscelli, laghi, stagni, sottoboschi, etc) ma quello che è più pericoloso è il PIOMBO che viene disperso e che rimarrà in eterno nel ciclo ambientale inquinando terreni e falde acquifere con ripercussioni gravissime sulla salute umana. Se il desiderio di uccidere non può essere eliminato, almeno che sia limitato ad ambienti protetti e confinati. Un altro motivo che allontana la caccia da quella pratica così vicina ed amica della Natura che gli amici cacciatori vogliono far sembrare! Lanciamo la campagna "COMUNE CACCIA FREE", quale amministrazione comunale d'Italia vuole essere la prima? Se amate gli animali ma soprattutto voi stessi e l'ambiente salubre in cui abbiamo il diritto di vivere, fate diventare questo post "virale" e visto da milioni di persone!

Scrivi commento

Commenti: 0